Credito d’imposta al 50% per i servizi cloud grazie a Industria 4.0

industria 4.0 cloud

Indice dell'articolo

Credito d’imposta maggiorato nella misura del 50% della spesa sostenuta per gli investimenti in beni immateriali Industria 4.0, effettuati nel 2022, con coda fino al 30 giugno 2023, per quelli prenotati entro fine anno. È quanto prevede il nuovo decreto Aiuti al fine di favorire l’innovazione tecnologica delle imprese.


Sono agevolabili anche le spese per servizi sostenute in relazione all’utilizzo di tali beni mediante soluzioni con risorse di calcolo condivise e connesse (cloud computing).

Facciamo alcuni esempi:

Esempio 1: Supponiamo che nel mese di maggio 2022 una Società abbia acquistato un’applicazione per la progettazione e ri-progettazione dei sistemi produttivi che tengano conto dei flussi dei materiali e delle informazioni del costo di € 500.000 e che detta applicazione sia interconnessa nello stesso mese. Il credito d’imposta spettante è pari a € 250.000.

Esempio 2: Supponiamo che nel corso del 2022 una società abbia acquistato una serie di servizi di cloud computing per un costo complessivo pari a € 200.000. Alla stessa spetta un credito d’imposta pari a €100.000.

I vantaggi per le Aziende sono evidenti: lo Stato, attraverso una procedura burocratica non eccessivamente complessa, permette di recuperare il 50% della spesa sostenuta e il credito d’imposta non concorre alla formazione del reddito ai fini delle imposte sui redditi e del valore della produzione IRAP.

immagine donn a con tablet e simbolo cloud

Adempimenti documentali

Al fine di consentire al Ministero dello sviluppo economico di acquisire le informazioni necessarie per valutare l’andamento, la diffusione e l’efficacia delle misure agevolative sul credito d’imposta al 50% per i servizi cloud, le imprese che si avvalgono del credito d’imposta devono inviare al Ministero una comunicazione.
Con apposito decreto saranno definiti il modello, il contenuto, le modalità e i termini di invio della comunicazione in relazione a ciascun periodo agevolabile. I soggetti che si avvalgono del credito d’imposta, ai fini dei controlli successivi, sono tenuti a conservare, pena la decadenza dal beneficio, la documentazione idonea a dimostrare l’effettivo sostenimento e la corretta determinazione dei costi agevolabili. Le fatture e gli altri documenti relativi alle acquisizioni dei beni agevolabili devono riportare l’espresso riferimento alle disposizioni che prevedono il credito (Risposte Agenzia delle entrate n. 438 e 439 del 2020 ed emendabilità della fattura emessa senza la dicitura richiesta dalla norma).
Inoltre, i soggetti che intendono beneficiare delle agevolazioni per investimenti in beni di cui all’allegato B
Legge n. 232/2016 devono produrre:
a) una dichiarazione del legale rappresentante ai sensi del DPR n. 445/2000, ovvero,
b) nel caso di beni aventi ciascuno un costo di acquisizione superiore ad 300.000 euro, una perizia tecnica giurata rilasciata da un ingegnere o da un perito industriale iscritti nei rispettivi albi professionali, ovvero un attestato di conformità rilasciato da un ente di certificazione accreditato, attestati che il bene:

  • possiede le caratteristiche tecniche tali da essere incluso negli elenchi di cui agli allegati A o B;
  • è interconnesso al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete della fornitura.

(Per questo articolo: UNIVERSITA STUDI MILANO BICOCCA – © Wolters Kluwer Italia s.r.l.)


Chiedici come possiamo aiutare la tua Azienda ad usufruire del credito d’imposta al 50% per i servizi cloud.

Dicono di noi
Dott. Nicolò Peri
Dott. Nicolò Peri
AD Spezia Calcio
Leggi Tutto
Nubys ci aiuta efficacemente nella digitalizzazione delle attività aziendali attraverso soluzioni progettate sulle nostre esigenze. Condividendo idee e obiettivi, stiamo liberando tempo da attività di routine meno centrali per impiegarlo in quelle realmente importanti
Dott. Federico Mottola Lucano
Dott. Federico Mottola Lucano
Notaio ZNR - Milano
Leggi Tutto
Nubys ci ha aiutato con lo sviluppo di una applicazione “su misura”, volta ad integrare alcune funzioni di Microsoft365 con il nostro workflow. Attraverso soluzioni ad hoc per noi, abbiamo reso il lavoro più agevole e veloce. Con Nubys possiamo contare su professionisti di comprovata affidabilità per trovare soluzioni innovative per la gestione delle attività di Studio in perimetri diversi da quelli del software Notarile.
Precedente
Successivo
Cerca nel blog
Assessment
L'analisi dei processi e dell'assetto informatico dell'Azienda è il primo passo fondamentale per una sicura ed efficiente transizione in full cloud.
Clicca qui
Cloud email
I vantaggi dell’utilizzo di server di posta in cloud...
Clicca qui
Content sharing
Rendi le informazioni rapidamente accessibili a tutti...
Clicca qui
Team work
Sblocca il patrimonio delle risorse umane...
Clicca qui
Cloud data storage
Coniugare le esigenze di sicurezza, governance e accessibilità...
Clicca qui
Smart App
Sfrutta al massimo il potenziale con soluzioni su misura...
Clicca qui
Automation
Abbatti gli errori, risparmia tempo, cresci al massimo...
Clicca qui
Reporting & Analytics
La reportistica e l'analisi dei dati sono strumenti decisionali essenziali...
Clicca qui
Teams Phone
Implementare Microsoft Teams Phone per avere telecomunicazioni globali, efficienti e senza limiti.
Clicca qui
Precedente
Successivo
Contattaci per saperne di più

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Altro dal BLOG

la grande scommessa

CineNerd: puntata 4 – La grande scommessa

Per la puntata di oggi della rubrica CineNerd, vi propongo un film davvero interessante che apparentemente non ha nulla a che vedere con l’informatica.

war games

CineNerd: puntata 3 – War Games

Disclaimer: ogni riferimento a fatti e persone dell’attualità è puramente casuale.
Inizio questo articolo mettendo le mani avanti, perché il film di cui parliamo oggi affronta un argomento – il rischio di una guerra atomica fra Usa e Urss in piena guerra fredda – che fa eco alle notizie di questi giorni. Non parlerò di quello, non è il punto focale su cui voglio concentrarmi.

Scarica la brochure sull'analisi preliminare

Grazie! Clicca sul pulsante per iniziare il download (PDF, 346 KB)

Scarica l'e-book

Grazie! Clicca sul pulsante per iniziare il download (PDF, 795 KB)