CineNerd: puntata bonus – I film delle feste

Indice dell'articolo

Per la puntata di oggi, vi faccio il mio personalissimo regalo di Natale con “I 5 film imperdibili per il Natale”.
Cosa c’è di più nerd di “divanarsi” guardando un buon film?
Non vi parlerò di film che tratterò nella rubrica, ma di quelli che hanno comunque qualche spunto interessante, anche se non prettamente informatici.

>>> “Die hard 2” (1990, Renny Harlin) <<<

Ah, Willis in canottiera fa subito Natale!

Quando mi chiedono quale sia il mio film di Natale preferito, questa è la mia risposta:
“Yippee-Ki-Yay, Motherf*cker!”

Perché Bruce Willis in canottiera che fa esplodere i terroristi alla vigilia di Natale è una di quelle cose che ti rimette in pace col mondo. I buoni vincono, i cattivi muoiono (male), c’è la neve, ci sono le canzoni di Natale e il modo in cui le telco sono il fil rouge di tutto il film lo rende squisitamente da smanettoni.
Il mite ingegnere Barnes batte i muscolosissimi scagnozzi di Esperanza al loro stesso gioco riuscendo a comunicare con gli aerei usando una tecnologia desueta: Buon Natale!

>>> “Una poltrona per due” (1983, John Landis) <<<

Un classico che più classico non si può.
Il fun fact è che negli USA non è affatto considerato un film di Natale.

“Randolph… come Randolpho Valentino!”

Di tutto il film, la parte più interessante è quella costruizione della “distruzione” dei fratelli Duke: scegliere, alla fine di un film classico basato sul cliché della commedia degli equivoci, di inserire un concetto come la vendita allo scoperto a seguito di un’attenta operazione di insider trading è geniale e non smette mai di esserlo.

“Pensa alla grande, sii ottimista! Non dare mai segni di debolezza, mira sempre dritto alla gola. Compra a poco e vendi a molto. La paura è un problema che non ti riguarda! Nessuna esperienza precedente può averti preparato per assistere alla carneficina a cui assisterai fra poco. La finale di baseball, le Olimpiadi, quella tensione era niente al confronto! In questo palazzo uccidi o vieni ucciso, in trincea non si fanno amici e non si prendono prigionieri! Tu entri avendo mezzo milione in germogli di soia e un attimo dopo i tuoi figli non hanno più neanche le scarpe!”

Fun fact numero 2: nel 2010, in occasione dell’entrata in vigore negli USA di nuove normative inerenti ai mercati finanziari, il presidente della Commodity Futures Trading Commission, Gary Gensler, ha colloquialmente ribattezzato Eddie Murphy Rule l’insieme delle direttive a contrasto dell’insider trading, traendo ispirazione da quanto avviene nel film. (Fonte: Wikipedia)
Quindi, la prossima volta che lo guarderete, pensate al fatto che persino un’umile commedia ha inciso sull’economia globale. Gli insegnamenti possono davvero arrivare da ogni dove!

>>> “S.O.S. fantasmi” (1988, Richard Donner) <<<

Potrei vedere un film con Bill Murray che legge l’elenco del telefono. E basta.

Bill Murray + Dickens + Natale.
Direi che non ho bisogno di aggiungere altro.

>>> “Ritorno al futuro” (1985, Robert Zemeckis) <<<

“Penso che ancora non siete pronti per questa musica. Ma ai vostri figli piacerà.”

E’ un film ambientato a Natale? No.
Allora è un film sull’informatica…? No.
E allora perché Ritorno al futuro? Perché è un comfort film, perché è un cult, perché non c’è neanche chissà che tecnologia, ma ci sono i dibattiti post visione (di norma dell’intera trilogia) in cui si discute sui viaggi nel tempo. Per ore. Mangiando biscotti e bevendo cioccolata calda.
Più nerd di così…

>>> “Don’t Look Up” (2021, Adam McKay) <<<

Per finire l’anno in bellezza, un bel film catastrofista.
Ma non di quelli stucchevoli alla Armageddon (“Vinciamo noi, Grace!”) o comunque dove alla fine qualcuno si salva alla The day after tomorrow.


Allerta spoiler: qui muoiono tutti quanti. Malissimo.
Uccisi dalla stupidità umana.
Nonostante il film sia dichiaramente una lunga metafora ambientalista, sono più che certa che le dinamiche si potrebbero benissimo adattare a tanti altri ambiti…
Decisamente un ottimo film per iniziare il 2023 con un botto di allegria!


Elena Iseni
MKT & Comunicazione Nubys

Dicono di noi
Dott. Nicolò Peri
Dott. Nicolò Peri
AD Spezia Calcio
Leggi Tutto
Nubys ci aiuta efficacemente nella digitalizzazione delle attività aziendali attraverso soluzioni progettate sulle nostre esigenze. Condividendo idee e obiettivi, stiamo liberando tempo da attività di routine meno centrali per impiegarlo in quelle realmente importanti
Dott. Federico Mottola Lucano
Dott. Federico Mottola Lucano
Notaio ZNR - Milano
Leggi Tutto
Nubys ci ha aiutato con lo sviluppo di una applicazione “su misura”, volta ad integrare alcune funzioni di Microsoft365 con il nostro workflow. Attraverso soluzioni ad hoc per noi, abbiamo reso il lavoro più agevole e veloce. Con Nubys possiamo contare su professionisti di comprovata affidabilità per trovare soluzioni innovative per la gestione delle attività di Studio in perimetri diversi da quelli del software Notarile.
Precedente
Successivo
Cerca nel blog
Assessment
L'analisi dei processi e dell'assetto informatico dell'Azienda è il primo passo fondamentale per una sicura ed efficiente transizione in full cloud.
Clicca qui
Cloud email
I vantaggi dell’utilizzo di server di posta in cloud...
Clicca qui
Content sharing
Rendi le informazioni rapidamente accessibili a tutti...
Clicca qui
Team work
Sblocca il patrimonio delle risorse umane...
Clicca qui
Cloud data storage
Coniugare le esigenze di sicurezza, governance e accessibilità...
Clicca qui
Smart App
Sfrutta al massimo il potenziale con soluzioni su misura...
Clicca qui
Automation
Abbatti gli errori, risparmia tempo, cresci al massimo...
Clicca qui
Reporting & Analytics
La reportistica e l'analisi dei dati sono strumenti decisionali essenziali...
Clicca qui
Teams Phone
Implementare Microsoft Teams Phone per avere telecomunicazioni globali, efficienti e senza limiti.
Clicca qui
Precedente
Successivo
Contattaci per saperne di più

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Altro dal BLOG

data storage

Le parole del presente: NIS2 e DORA

Pare proprio di sì: l’UE si sta impegnando nel mettere “nero su bianco” delle linee guida in termini di cyber security che, contrariamente alla normale percezione che si ha dei famigerati Regolamenti Europei, appaiono come norme di buon senso e ottime best practice aziendali.

support help

Le parole del presente: GDPR

Iniziamo dalle basi: che cos’è il GDPR. Il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR, dall’inglese General Data Protection Regulation) è un regolamento europeo che disciplina il modo in cui le aziende e le altre organizzazioni trattano i dati personali.

Translate »

Scarica la brochure sull'analisi preliminare

Grazie! Clicca sul pulsante per iniziare il download (PDF, 346 KB)

Scarica l'e-book

Grazie! Clicca sul pulsante per iniziare il download (PDF, 795 KB)