Soluzioni avanzate per la digitalizzazione, l’automazione e l’efficientamento dei processi
per Aziende e Studi Professionali

Gestire il cambiamento: la Guida Pratica

Gestire il cambiamento

Indice dell'articolo

La digitalizzazione dei processi aziendali è diventata una necessità per le aziende che desiderano rimanere competitive nell’era digitale. Tuttavia, gestire il cambiamento a processi digitalizzati comporta un passaggio significativo all’interno dell’impresa.

Ecco quindi una guida pratica su come affrontare al meglio la transizione digitale.

L’importanza di gestire il cambiamento

gestire il cambiamento - stress
I cambiamenti posso essere traumatici, ma non in questo modo! (Quel pazzo venerdì – ©Disney – 2003)

Sì sa, a nessuno piace cambiare.
Come quando dobbiamo cambiare un paio di scarpe molto comode, perché troppo consunte e siamo reticenti. Dobbiamo quindi, prima di ogni altra cosa, gestire l’impatto che la transizione avrà sulle persone e sulle loro mansioni.
E’ importante quindi che, all’interno dell’impresa, il responsabile HR (magari in affiancamento con uno psicologo del lavoro o un tecnico, secondo necessità) comunichi in modo corretto che la transizione digitale non è una minaccia, ma un’opportunità.
Che lavorare meglio è un vantaggio non solo competitivo per l’Azienda, ma anche per il dipendente, che acquisisce nuove competenze e questo offre migliori opportunità di crescita anche per lui/lei.

Pianificare la digitalizzazione

gestire il cambiamento - pianificazione
Lui sì che di pianificazione se ne intende! (©Caccia ad Ottobre Rosso – 1990)

La digitalizzazione dei processi non è qualcosa che “si compra, si attacca la spina e si usa”. Non è un frullatore.
A seconda del grado di digitalizzazione già presente in Azienda, di cui deve essere fatto uno scrupoloso assessment, si deve stilare una roadmap di interventi che seguano una logica e una pianificazione ben precise.
Questo passaggio è centrale per una transizione 4.0 di successo, che sia efficace e si concretizzi con meno scossoni possibili.

Coinvolgere i dipendenti

A tutti sarà capitato di ritrovarsi, da un momento all’altro, con una situazione mutata senza preavviso e che ci ha preso alla sprovvista.
Durante il processo di digitalizzazione è fondamentale coinvolgere tutto il personale che ne verrà direttamente interessato fin dalle prime battute: questo permetterà uno sviluppo tecnologico realmente cucito su misura delle reali esigenze aziendali.
Nessuno più di chi svolge quotidianamente una mansione può sapere quali sono le criticità, i punti di miglioramento, gli intoppi inutili e come dovrebbero svolgersi idealmente i compiti. Coinvolgeteli e ne trarrà beneficio l’intera Azienda.

Formazione e supporto

Neanche Batman è diventato Batman in un giorno! (©Batman Begins – 2005)

Nessuno nasce “imparato”: pretendere che dall’oggi al domani le persone non solo cambino il loro modo di lavorare, ma che debbano anche cambiare gli strumenti che utilizzano, è oggettivamente chiedere troppo.
Per quanto dei sistemi correttamente pensati siano user friendly, è importante prevedere una fase di formazione (lezioni, tutorial, webinar…) in modo che tutti possano acquisire velocemente e senza fatica le nozioni necessarie e possano lavorare sentendosi a proprio agio.

Affrontare le resistenze e gestire il cambiamento (di nuovo)

Nonostante una corretta gestione del cambiamento, nonostante la formazione e nonostante il coinvolgimento nel processo di transizione, ci sarà almeno una persona che punterà i piedi e vi procurerà qualche mal di testa. Mettetelo in conto, la resistenza ai cambiamenti per qualcuno può essere davvero molto forte: non demordete, alla fine tutti se ne faranno una ragione e si adegueranno.
E se proprio… l’uscita è in fondo a destra, grazie.

Monitoraggio e valutazione

Noi usiamo un metodo di sviluppo che si chiama DevOps che, detta in soldoni, prevede un continuo scambio di riscontri e contro-riscontri tra chi sviluppa le soluzioni software (la parte Dev, cioè Development, cioè noi) e chi utilizza la soluzione in azienda (Ops, cioè Operations, cioè voi).
Questo tipo di approccio allo sviluppo è fondamentale, perché permette di ridurre al minimo sia i tempi di rilascio (che vengono implementati in piccole porzioni per volta) che di “accomodamento” dei software (debugging o modifiche).
Non pretendete niente di meno per la vostra transizione al 4.0!

In conclusione

Gestire il cambiamento si può. E si deve.
La digitalizzazione dei processi aziendali può essere un’esperienza entusiasmante e gratificante se affrontata correttamente. Con una gestione efficace del cambiamento, puoi posizionare la tua azienda per il successo nel mondo digitale in continua evoluzione.

Mentre affronti il cambiamento, tieni presente che ogni organizzazione è unica e potrebbero sorgere sfide specifiche. Mantieni un atteggiamento flessibile e adatta le strategie di gestione del cambiamento in base alle esigenze della tua azienda. Con il giusto approccio e una pianificazione accurata, la digitalizzazione dei processi aziendali può portare a una maggiore efficienza, competitività e successo a lungo termine.

Noi possiamo affiancarti in ogni fase: contattaci per saperne di più!


Elena Iseni
Mkt&Comm Nubys

CONDIVIDI L'ARTICOLO

chi ha tempo non aspetti tempo!

Ti si è accesa una lampadina?

Cogli ADESSO l’opportunità di MIGLIORARE IL RENDIMENTO del tuo business!

Chiamaci senza impegno allo 02 500 470 80 o scrivici al nostro indiririzzo web@nubys.it :
saremo lieti di ripondere a tutte le tue domande!

Altro dal BLOG

front-end e app mobile
Articoli

Front-end web e app mobile native

App Front-end web e App mobile: non di soli ecommerce vive il business online. In un’era digitale sempre più avanzata, l’importanza di avere una presenza online è cruciale per qualsiasi azienda. In particolare, lo sviluppo di un portale web front-end insieme ad un’app mobile dedicata è un investimento che può portare numerosi vantaggi anche ad Aziende che non necessitano di un e-commerce come comunemente inteso.

Leggi l'articolo »
Translate »

Scarica la brochure sull'analisi preliminare

Grazie! Clicca sul pulsante per iniziare il download (PDF, 346 KB)

Scarica l'e-book

Grazie! Clicca sul pulsante per iniziare il download (PDF, 795 KB)